Archivio mensile:febbraio 2016

Nasce il Comitato promotore (19 Febbraio 2016 – L’Aquila)

Quasi un centinaio di organizzazioni civili sparse sul territorio nazionale, in rappresentanza di migliaia di attivisti e simpatizzanti, si sono riunite all’Aquila, il 19 febbraio scorso, intorno all’Art. 1 della Costituzione, che afferma che “La sovranità appartiene al popolo….”. Consapevoli che all’origine dei maggiori problemi che attraversano la società e la vita politica italiana sono causate da quanto affermava uno dei Padri Costituenti Piero Calamandrei e che vale ancora oggi, ovvero, che la nostra Carta Costituzionale è la “grande incompiuta”, con decisione unanime si è costituito un Comitato promotore per la nascita di un’Assemblea Costituente, che si faccia guida di un’attività di resistenza civica attraverso un organismo politico per la difesa e la piena attuazione della Costituzione italiana, in un progetto di riscatto economico, civile e democratico, che mira a restituire alla popolazione la sovranità perduta.
Gli Stati Generali di Sovranità Popolare hanno, tra i patrioti ideatori, il Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale Paolo Maddalena, che ha partecipato all’elaborazione del Manifesto e alla definizione degli obiettivi principali quali: la tutela concreta dei diritti della Carta fondamentale attraverso la prestazione di servizi, la lotta alla corruzione e alla speculazione finanziaria, il contrasto alle privatizzazioni contrarie all’interesse e alla sicurezza nazionale, la costituzione di banche pubbliche, la separazione tra banche commerciali e d’investimento, un grande piano di spesa pubblica per rilanciare l’economia, la nazionalizzazione delle industrie strategiche, il controllo statale sul credito, la rappresentanza popolare diretta a partire dai Comuni, il contrasto a cosiddette riforme che snaturano i principi fondamentali e lo spirito della Carta Costituzionale, come la riforma del Senato o l’Italicum.
L’Assemblea Costituente, aperta e sovrana, inizierà ufficialmente il proprio lavoro a Terracina (Roma), il prossimo 5 marzo (IPS Alessandro Filosi – Sala Valadier – Via Roma, 125 Terracina – LT), per poi fare tappa nelle principali città italiane. Sono in calendario le località nelle quali hanno sede gruppi di attivisti e associazioni civiche, per la difesa dell’ambiente, per la sovranità monetaria, per la difesa della famiglia, per la tutela dei pensionati, ma anche singoli cittadini, consiglieri comunali, regionali e parlamentari che si sono uniti a questo percorso.
I cittadini italiani, così, decidono di assumersi direttamente la responsabilità politica per costruire un sistema alternativo a quello, fallimentare, attuale.
Il costituendo organismo, che si proporrà anche per la responsabilità amministrativa pubblica, realizzerà iniziative concrete, come un consorzio nazionale di imprese per gli scambi commerciali senza euro, un canale di comunicazione multi-mediale indipendente, gruppi di denuncia alla magistratura per la speculazione finanziaria,
gruppi di lavoro tematici per proposte di azione popolare concrete e dirompenti ed altre iniziative di rappresentanza e partecipazione, scevre dalle logiche affaristico-partitiche che dominano la scena politica attuale. La fase costituente si chiuderà il 21 e 22 Maggio a Roma, con la fondazione del nuovo organismo.