Resoconto Assemblea Terracina 5 marzo 2016

Il Comitato locale di Terracina, nelle persone di Andrea Bennato e Carmine Bennato dell’Associazione CUSU, ha tenuto la tappa assembleare di Terracina, aprendo di fatto l’Assemblea Costituente, presso l’Istituto Alessandro Filosi.
L’incontro si è svolto dalle ore 10,00 alle ore 13,00 con una platea di un centinaio di persone provenienti anche da altre città e regioni.
Dopo il messaggio all’Assemblea di Paolo Maddalena, vice Presidente emerito della Corte Costituzionale, che ha motivato le ragioni dello stare insieme in difesa e per l’attuazione della Costituzione, Carmine Bennato, Presidente del Comitato promotore, ha aperto i lavori ed ha spiegato i motivi di un percorso che intende fare fronte comune tra cittadini ed organizzazioni proprio a partire dai territori: la Costituzione come minimo comun denominatore per ricostruire la Comunità.
Sono intervenuti il Parroco di Terracina, portando il saluto della città ai partecipanti; Andrea Bennato che ha sottolineato come il messaggio di speranza ai cittadini debba venire dall’azione concreta e quotidiana a servizio della Comunità e dall’esercizio della Sovranità Popolare che è prerogativa fondamentale di ogni persona; Giovanni Tomei, del Comitato Nazionale Attuazione della Costituzione, CNAC, che ha elaborato una sintesi dei lavori che si sono aperti il 21 novembre 2015 e che hanno portato alla decisione delle organizzazione aderenti di aprire una fase costituente nazionale che coinvolgesse i territori significativamente.
A spiegare gli importantissimi motivi della campagna referendaria in corso, è intervenuto Leonardo Triulzi del Comitato per il No di Perugia: gli appuntamenti che chiameranno i cittadini italiani ad esprimersi su argomenti fondamentali quali la trivellazione petrolifera sul territorio italiano (si voterà 17 aprile 2016); la riforma costituzionale Boschi-Renzi (parte la raccolta firme per un referendum che si dovrebbe svolgere ad ottobre 2016); la legge elettorale Italicum (una raccolta firme che dovrà portare ad un referendum che avrà luogo nel 2017).
Numerosi gli interventi che hanno posto l’accento su temi come la sovranità monetaria, il valore della famiglia, la confusione dei cittadini in base ad un’informazione troppo spesso manipolata: puntuali le risposte sia da parte del Comitato promotore che del pubblico stesso, ed importanti le testimonianze di persone ed organizzazioni che hanno aderito al percorso dell’Assemblea Costituente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.