Archivio mensile:novembre 2015

Documento conclusivo dei lavori del 21 novembre 2015

1) E’ proposta, per l’approvazione delle singole organizzazioni, la costituzione di una Confederazione delle Associazioni, Comitati e Organizzazioni per la difesa e la concreta attuazione della Costituzione democratica della Repubblica Italiana.
2) Sulla base di quanto disposto dagli Articoli 1, 2, 3, 4, 9, 32, 36, 37, 41, 42, 43, 47, 53, 81, 117 e 118 della Costituzione, sono costituiti sei gruppi di studio sulle seguenti materie:
a. Revisione costituzionale e legge elettorale.
b. Privatizzazione di industrie, territori e demani.
c. Distinzione tra Banche ordinarie e banche di investimento, nonché della Cassa Depositi e Prestiti (per la quale si richiede un ritorno alla funzione originaria).
d. Revisione del Debito Pubblico
e. Bilancio partecipativo e riforma tributaria.
f. Grande opera pubblica statale per il ristabilimento dell’equilibrio idrogeologico dell’Italia
Per quanto riguarda l’Europa si auspica che siano cambiati gli attuali manovratori e che l’Italia non prenda più ordini da chi ha occupato le istituzioni finanziarie europee ed internazionali.
3) Utilizzare, per il perseguimento concreto di detti obiettivi, i seguenti strumenti giuridici:
a. Referendum abrogativo (Art. 75 della Costituzione) e confermativo (Art. 138 della Costituzione).
b. Proposta di Legge Popolare (Art. 71 della Costituzione).
c. Intervento sui procedimenti amministrativi riguardanti interessi generali, come portatori di interessi diffusi (legge 241/1990).
d. Esercizio dell’azione popolare anche al fine di portare la questione di legittimità costituzionale alla Corte Costituzionale (Art. 118 della Costituzione).
4) A ogni Organizzazione aderente si chiede di indicare i partecipanti ai gruppi di lavoro sopra indicati.